CAF di Marina Spano

Servizi

IMU e TASI

L'IMU e' l'Imposta Municipale Propria, si tratta di una tassa comunale che si paga sugli immobili di cui si e' proprietari o sui quali si ha un diritto reale.
Si rivolge a proprietari di fabbricati, aree fabbricabili, terreni destinati a qualsiasi uso, immobili oltre quello di residenza, proprietari di abitazioni classificate A1, A8, A9 (immobili di lusso), locatari di immobili concessi in leasing.


La TASI, rimasta in vigore fino al 31 dicembre 2019 (e quindi abolita dal 2020), era uno dei tributi compresi nella IUC (Imposta Unica Comunale). Veniva pagata in riferimento alla fruizione dei cosiddetti "servizi indivisibili" dei Comuni come l'illuminazione o il decoro urbano (vengono chiamati "indivisibili" perche' non frazionabili in base all'utilizzo specifico che ogni residente ne fa).

In linea generale, sia pure con differenze di aliquote, le regole impositive e di calcolo della TASI erano le stesse dell'IMU. Istituita dal 1 gennaio 2014, la TASI nel biennio 2014-2015 e' stata applicata su tutte le abitazioni principali, ma dal 2016 al 2019 le abitazioni classificate nelle categorie catastali non di lusso ne sono state esentate.

Con l'esclusione delle abitazioni principali, e' scattata in automatico anche l'esenzione dal pagamento per i soggetti affittuari o comodatari che occupano, a titolo di abitazione principale, gli immobili affittati o concessi in comodato d'uso.

L'IMU, imposta municipale unica, e' l'imposta che sostituisce l'ICI e che grava su tutti i fabbricati e i terreni agricoli nei comuni non montani. Dal 2012 sostituisce la vecchia ICI e nel 2013 viene affiancata dalla TASI, la Tassa sui servizi indivisibili. La Tasi regola in maniera esclusiva la tassazione sugli immobili adibiti ad abitazione principale, e puo' sommarsi all'IMU sugli immobili con diversa destinazione nei comuni in cui l'aliquota IMU non e' massima ( 1,06%) e nei quali la doppia tassazione e' determinata per delibera. In alcuni comuni e' previsto che parte della Tasi sugli immobili locati sia pagata dagli inquilini.

Le aliquote vengono stabilite da ogni comune con delibera annuale.

La base di calcolo per stabilire l'imposta dovuta e' la rendita catastale di ogni fabbricato. Se non conosci la rendita catastale o vuoi una visura aggiornata puoi consultare il nostro servizio

 

La scadenza per pagare l'acconto di IMU e TASI e' fissata al 16 giugno di ogni anno, mentre il saldo va pagato entro il 16 dicembre.

Ricapitolando:

Tasi > abitazione principale  e fabbricati diversi dall'abitazione principale nei comuni dove previsto

Imu > fabbricati diversi dall'abitazione principale

Al pari di cio' che accadeva per l'ICI, il ravvedimento operoso e' applicabile anche all'IMU. Percio' chi non e' riuscito a pagare entro il termine l'imposta dovuta, potra' in ogni caso farlo pagando una  sanzione calcolabile in questi termini:

Il nostro ufficio e' a disposizione per il calcolo dell'imposta e l'elaborazione dei modelli F24 attraverso i quali poterla pagare.

Per ulteriori informazioni o appuntamento chiamate il nostro recapito.

 

 

Per qualunque informazione o richiesta, potete recarvi presso 
il nuovo ufficio di 
Viale Angelico 165,
dalle 9:00 alle 13:00
 e dalle 15:00 alle 19:00,
tutti i giorni dal lunedi al venerdi, festivi esclusi,
telefonare o inviare una e-mail

 

Copyright 2015 CentroElaborazioneDati - Viale Angelico,165 - 00195 Roma - Tel.06-97.61.98.55 - email:centroelaborazioneda@hotmail.com

Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario

 webmaster